ugg retro cargo Da 90 anni fanno le scarpe a tutti

ugg abbie Da 90 anni fanno le scarpe a tutti

Di fronte alle poltroncine ci sono gli sgabelli. Questo basta a raccontare l del negozio: accurato al cliente, tutto qua Su quegli sgabelli, ci spiega Fabrizio Bocchialini, 72 anni, si siede il negoziante: allunga il piede, appoggia la gamba sull supporto, e il commerciante calza, con cura, stivaletti, ballerine o mocassini Quegli sgabelli, ormai, non ci sono pi in nessun negozio.

Tre generazioni a coccolare i piedi: in via Mazzini, la bottega delle calzature che quest festeggia novant era nata da un di nonno Anteo, che nel 1917, ebbe l Allora di negozi di scarpe non ce n tanti, c i calzolai, che facevano le scarpe su misura, ma lui rilev l di una fabbrica di calzature in fallimento, apr l (allora in via Cavour, dove oggi c Galloni) e cominci In poco tempo le cose girarono per il verso giusto, e nel il negozio si trasfer in via Mazzini. anni dopo si inaugur un altro negozio, e poi altri a Reggio Emilia e Langhirano Bocchialini scava nei ricordi tramandati da pap Emilio, che con i fratelli prese in mano l di famiglia. Per alcuni anni, quando nel dopoguerra via Mazzini cambi volto, l si spost in strada Garibaldi, ma nel ritorn a casa, sotto quei nuovi portici che non avrebbe pi lasciato. E cos accadde che i Bocchialini, pian piano, iniziarono fare le scarpe a chi faceva le scarpe. realt noi resisteremo fin tanto che si conserver l specifica il commerciante.

E in effetti, entrando al 6 di via Mazzini, si accede a un negozio che conserva il fascino di una vecchia bottega artigianale. Appesa al muro c una vecchia forma: per creare scarpe in pelle, non quelle da ginnastica che la maggior parte dei ragazzi oggi si mette ai piedi specifica l indicando l Le pareti sono scatole di scarpe, a migliaia, e il magazzino ne contiene assai di pi C quello che va di moda, ci sono i classici, i cult, gli intramontabili: che si vendono da cinquant e che ancora i ragazzi vengono a comprare ci racconta . Poi ci sono quelle di tendenza, le mode che vanno e che tornano, le stravaganze che durano pochi mesi: io dico sempre che, parlando di scarpe, manca il tacco in punta e poi abbiamo visto davvero di tutto. Oggi il cliente ha esigenze diverse rispetto a un tempo, si guarda molto all e poco alla comodit

La storia lunga: novant non si possono certo raccontare in nove minuti. Fabrizio Bocchialini, portabandiera della terza generazione cresciuta in quel negozio, ricorda che da ragazzo voleva fare il giornalista: sera, poi, quando frequentavo il secondo anno di Legge all mi chiamarono per dirmi che a mio padre era venuto un infarto. Il mattino seguente entrai in negozio, e, da allora, non ne sono pi uscito In compenso, poi, il figlio Carlo avrebbe portato avanti i sogni paterni, e oggi un giornalista che vive a Parigi.

Amante del mondo, Fabrizio Bocchialini stato e continua ad essere un grande viaggiatore: per cinquant poi, ha anche legato la propria vita a Ascom Confcommercio, associazione che ha presieduto dal 1996 al 2004.

Una vita in cammino, insomma, sulle orme di una strada lunga quasi un secolo: impronta autentica di un amore, quello per le scarpe, a cui Bocchialini non pare avere alcuna intenzione di porre fine. Non al momento, per lo meno.
ugg retro cargo Da 90 anni fanno le scarpe a tutti