ugg belcloud Bella Magazine

ugg hats Bella Magazine

Con l’arrivo del freddo intenso, chi non ha voglia di mettersi ai piedi i tanto amati e comodiUGG?

Chi li ha inventati? e cosa sono esattamente? La paternità, risale agli anni 70, in Australia, grazie all idea, di un giovane surfer Brian Smith. Dopo giornate nelle acque australiane necessitava di scarpe confortevoli e calde, dove mettere i suoi piedi. Da quì, il via ad una serie di modelli diversi, ma sempre realizzati per scaldare ed essere soprattutto comodi. Gli Ugg, infatti sono modelli a pianta larga, e sicuramente non sono noti per il piedino a che materiale sono realizzati? Gli Ugg sono, in montone rovesciato, che viene sottoposto a uno speciale trattamento per renderlo resistente all’acqua e alle macchie, anche se ora, sono rivestiti anche da tessuto, impreziosito con borchie e fiocchi,
ugg belcloud Bella Magazine
e colorato a seconda delle mode.

Il brand UGG vede la sua scalata al successo, diventando un “must have” degli ultimi anni, grazie alle star di Hollywood ma soprattutto grazie aOprah Winfrey, che lo cita spesso durante le sue trasmissioni ed addirittura lo mette tra “le cose che mi piacciono di più”.

Questi semplici stivali, hanno il potere di dividere in due “fazioni” le donne: chi non ne può fare a meno e chi si farebbe venire i piedi congelati, piuttosto che indossarli.

Ad esempio, l’iconico Bailey Bow II, è stato reinterpretato secondo le tendenze moda attuali; rock e cool nelle versioni con spille o impunture metalliche; mentre più femminili e Pretty, nelle varianti con fiocchi in raso tono su tono sulla parte posteriore .

Lo stesso vale per il modello Classic II, ora nella versione metallic. Lo stivaletto, basso o più alto sulla gamba, acquista un nuovo look luccicante, grazie al montone rovesciato con un inserto in pelle metallizzata. Lo vedo già indossato dalle fashion addicted, abbinato ad un vestito nero o ad un capo altrettanto brillante,
ugg belcloud Bella Magazine
argentato o dorato.