ugg official shop settimana del piede torto

scarpe ugg prezzo settimana del piede torto

Questa la settimana dedicata alla cura di una malformazione comune ma poco conosciuta, il piede torto congenito, con un Simposio scientifico internazionale in Iowa e altre importanti iniziative. Il problema abbastanza diffuso: in Italia pi di 500 bambini all nascono con i piedi girati verso l (1 bimbo su 1000, soprattutto maschi). La forma pi comune il piede equino varo supinato addotto, e anche mio figlio David nato un anno fa con questa malformazione.

La diagnosi possibile gi in gravidanza con l strutturale, ma strumenti poco sensibili possono non individuare il problema, con conseguente sorpresa alla nascita come successo a me.

A parte casi lievi determinati dalla posizione assunta nella pancia dal bambino (piede torto posturale), che si risolvono con semplici manipolazioni, il piede torto un problema da non sottovalutare: se non viene adeguatamente trattato pu compromettere seriamente la funzionalit dell e portare all

Da oltre 50 anni esiste una cura indolore e non invasiva per questo problema: il metodo Ponseti. In circa due mesi il piede corretto, elastico, forte e assume una forma e una funzionalit normali.

La cura prevede 4 6 delicate manipolazioni di pochi minuti seguite dall di un gessetto sull gamba, una incisione di 3 4 millimetri in anestesia locale, e uno speciale tutore prevalentemente notturno fino ai 4 anni. A parte casi eccezionali, se correttamente applicato il metodo efficace anche nei casi pi gravi (gli studi scientifici indicano altissime percentuali di successo, dal 94 fino anche al 100%; i dati pi ottimisti trovano piena corrispondenza nell di centinaia di genitori nei gruppi di supporto on line).

Durante le terapie i bambini non soffrono, anzi bevono il latte o addirittura dormono.

Oltre che una cura efficace, anche molto economica, per cui ha trovato facilmente larga diffusione nei paesi poveri. Ad oggi nel mondo ritenuta la miglior cura per il piede torto congenito.

A garanzia della corretta applicazione del metodo, esiste la PIA (Ponseti International Association), che forma e certifica medici specializzati nella cura della patologia. Ha sede in Iowa ma organizza corsi in tutto il mondo.

All il metodo ormai affermato e i medici PIA numerosi, invece in Italia la tecnica pi utilizzata rimane quella tradizionale, costituita dai gessi di Kite e dalla chirurgia, un metodo pi doloroso, invasivo e molto meno efficace.

Ogni anno centinaia di bambini subiscono per mesi gessi dolorosi che forzano violentemente i piedi verso l con la possibilit di microfratture e danni permanenti; sono sottoposti a interventi in anestesia totale invasivi e pericolosi, con alto rischio di infezioni, necrosi, artrosi e forti dolori in et adulta; utilizzano tutori e scarpe ortopediche costose e poco efficaci. Quasi tutti affermano di utilizzare il metodo Ponseti ma ne sperimentano personali varianti, con risultati spesso disastrosi.

Negli ultimi anni sta prendendo piede in Italia anche un metodologia non invasiva, il metodo francese o Seringe, che utilizza fisioterapia e un bloccaggio di materiale sintetico (cerotti e una placchetta di plastica), ma efficace principalmente nei casi meno gravi, per cui rimane ancora troppo frequente il ricorso alla chirurgia invasiva per completare la correzione.

Nei gruppi di genitori ci chiediamo con sgomento la ragione di questa drammatica situazione, che rappresenta peraltro un intollerabile spreco di risorse pubbliche: decine di gessi, interventi in anestesia totale e ricoveri, anni di fisioterapia, scarpe correttive e tutori inefficaci costano molti pi soldi al Servizio Sanitario Nazionale e ai cittadini di due mesi di metodo Ponseti!

Soprattutto grazie all di sensibilizzazione dei genitori e al passaparola su Internet, il metodo Ponseti si diffuso nel Nord America come pratica standard di cura per il piede torto: i bambini guariti senza interventi invasivi sono passati in pochi anni dal 20 al 93%, e le percentuali sono in continuo aumento.

In Italia Internet si diffuso capillarmente da meno tempo, ma negli ultimi anni sono nati anche da noi gruppi di supporto per i genitori su yahoo (Piede torto possibili terapie), su FB (Piede torto congenito) e siti (

Alcuni medici come il dottor Monforte dell Buzzi di Milano si sono recati in Iowa per apprendere la tecnica, ma sono ancora troppo pochi per garantire le cure migliori a tutti.

Per questo partita una raccolta di firme per chiedere a gran voce che anche in Italia si organizzino corsi in collaborazione con la PIA per la formazione di medici specializzati nella cura del piede torto con il metodo Ponseti, affinch in ogni grande centro ortopedico pubblico sia presente almeno un medico di riferimento per la patologia.

Per i genitori che si trovino ad affrontare questo problema, il consiglio sicuramente quello di rivolgersi ad un gruppo di supporto in rete per ricevere informazioni, consigli e conoscere i nomi dei medici che applicano correttamente il metodo Ponseti. I gruppi comprendono ormai pi di 1000 iscritti e quindi costituiscono un campione statistico molto rappresentativo dei risultati ottenibili: per la nostra esperienza con la corretta applicazione del metodo si possono curare anche i piedi torti pi gravi, e anche bambini trattati per mesi o anni con altre metodiche possono ottenere buoni miglioramenti con il passaggio al metodo Ponseti.
ugg official shop settimana del piede torto